Bookflow

Francesca Woodman

XI-VI-MMXXIIII

“La storia non è nell’immagine, ma nel nostro rapporto con l’immagine, in ciò che essa deposita in noi”.

A partire da questa considerazione Bertrand Schefer scrive il libro Francesca Woodman, una narrazione breve che parla di lei, la cerca, la ricostruisce, vorrebbe sottrarla all’oblio non tanto come artista, ormai consacrata, ma come creatura umana. Woodman è una stella che lascia una scia luminosa potente, entra nell’empireo dell’arte con una velocità spaventosa e nello stesso spavento lascia la terra per sua volontà a ventitrè anni.
L’autore, a tratti commovente, a tratti capace di stupire, ci lascia interrogativi e riflessioni sul potere delle immagini fotografiche e qualche elemento sconosciuto di lei.
Ci interessa (molto) perché sottolinea come lo sguardo che sfiora la superficie di un’immagine possa soddisfare il piacere di un istante e al tempo stesso spingerci alla ricerca della profondità. Soprattutto quando ci troviamo di fronte a un’opera d’arte. È una possibilità, non un obbligo, e secondo noi ne vale la pena.

Bertrand Schefer, Francesca Woodman, Johan & Levi Editore, 2024.

Share This Story, Choose Your Platform!